La perfetta community per i viaggiatori sportivi!

sharewood logo

Non più solo case e auto, oggi, con Sharewood

la sharing economy entra nel mondo dell’attrezzatura outdoor

Sull’onda della sharing economy, due ragazzi ventitreenni, Piercarlo Mansueto e Gabriele Di Blasio, rispettivamente CEO e CFO, hanno fatto della passione per il viaggio e per lo sport un lavoro.

Sharewood è la community per i viaggiatori con la passione per lo sport, che oggi possono sentirsi felici ed appagati condividendo esperienze e attrezzature da persone con gli stessi interessi.

Spesso le persone rinunciano a praticare attività in viaggio per gli alti costi di noleggio o per la difficoltà di trasportare la propria attrezzatura da casa. Sharewood risolve questo problema abbracciando i principi della sharing economy, con una piattaforma online dove le persone possono noleggiare la giusta attrezzatura a prezzi vantaggiosi. Quando si viaggia nulla è più importante di conoscere persone locali per avere consigli utili, e se sei un appassionato di ciclismo, surf, sci o campeggio un nuovo amico che condivida con te le sue esperienze.

Come funziona

Sharewood è il primo sito web peer to peer che mette in connessione i proprietari di attrezzatura sportiva con coloro che ne necessitano.

Per pubblicare un annuncio di noleggio basta fare una foto al prodotto, descrivere le sue caratteristiche tecniche, scegliere il prezzo, il periodo di disponibilità e geolocalizzarlo.

Chi cerca attrezzatura da noleggiare digita il luogo in cui si trova e la categoria di sport, sceglie il giusto annuncio e invia la richiesta al proprietario. Quando la richiesta sarà accettata partirà anche il pagamento e si aprirà una chat, presto anche Skype, dove proprietario e affittuario potranno accordarsi sulla consegna.

Per Sharewood è importante che fin da subito i membri della community si conoscano e inizino ad instaurare un rapporto di fiducia; per questo, proprietario ed affittuario possono parlarsi in chat prima ancora di concludere il rent. I proprietari sono sempre disponibili a rispondere ad ogni domanda, risolvere i dubbi ed aiutare nella scelta dell’attrezzatura.

Per garantire la massima sicurezza, al momento della registrazione (gratuita) ogni profilo sarà verificato tramite carta d’identità, codice fiscale, numero di telefono e profili social. Il profilo personale è arricchito inoltre dalla biografia dove le persone raccontano i propri interessi e passioni.

Fondamentale, sempre in ottica di sicurezza, è il risarcimento danni previsto nel noleggio.

A chi si rivolge

La community di Sharewood è composta da viaggiatori sportivi che abbracciano i principi della sharing economy e del turismo esperienziale. Il valore che riconoscono in Sharewood è la possibilità di condividere esperienze e attrezzature con persone con gli stessi interessi.

I professionisti usano Sharewood per testare i prodotti top di gamma prima dell’acquisto o per trarre valore dall’attrezzatura accumulata nel tempo che non utilizzano più. Noleggiarla ad altre persone consente loro di guadagnare nel lungo periodo somme necessarie per acquistane di nuova.

Come nasce l’idea di Sharewood

Sharewood nasce dalla voglia di viaggiare zaino in spalla e dalla passione per l’attività sportiva che accomuna tutto il team. Piercarlo e Gabriele, CEO, CFO e co-founder, hanno deciso di fare un viaggio low cost in Spagna, ma purtroppo o per fortuna, non sono riusciti a rispettare il loro budget iniziale.

Anche se uno dei nostri amici avesse avuto una tenda da campeggio da prestarci, come speravamo, i costi aggiuntivi all’imbarco sarebbero stati eccessivi, e per questo abbiamo deciso di comprarla in loco. Noleggiare le biciclette per visitare la città ci ha fatto spendere in media 20€ al giorno. Surfare è stato impossibile, ci costava 80€ al giorno. La scintilla che ha acceso la nostra lampadina è stata conoscere Shara, una ragazza di Tarifa. Lei aveva una tenda e due bici da prestarci. Conoscerla ha dato una svolta alla nostra vacanza, siamo usciti con il suo gruppo di amici e ci ha dato ottimi consigli sui luoghi da visitare. Sharewood è nato da un problema; un problema che come noi incontrano tutti i 100 milioni di adventure traveler europei.– Piercarlo Mansueto, CEO e co-founder.

InnovAction Lab, corso di formazione promosso dalla LUISS a cui hanno partecipato Piercarlo e Gabriele, è stato il motore che ha permesso di trasformare l’idea di Sharewood in realtà. A giugno abbiamo partecipato al concorso Share In Action, dove siamo stati nominati come uno dei 5 progetti migliori nell’ambito della sharing economy.

Il 10 Febbraio abbiamo vinto il primo round locale della 1776 Challenge Cup, una competizione globale per far incontrare e sfidare le startup più promettenti.

Viaggiare leggeri? Conoscere nuovi amici con i tuoi stessi interessi? Vivere ovunque l’emozione dello sport che ami? Con Sharewood oggi tutti possono partire con la certezza di trovare ovunque la giusta attrezzatura e persone pronte a condividere la passione per l’attività outdoor!

Se condividi, unisciti a noi su gosharewood.com!

Contatti stampa

Giulia Trombin, CCO

giulia@gosharewood.com

Tel: 3462718960

Skype: giuliatrombin93